Flora d'Islanda, di Miris Marani

Flora d'Islanda. Resoconto botanico di un viaggio nel profondo Nord

La flora spontanea islandese

Numerosi fattori condizionano la tipologia della flora islandese:
•La latitudine dell’isola, che nella costa nord sfiora il circolo polare artico.
Il clima infatti è tipicamente oceanico e solo in parte mitigato dalla corrente del golfo.
•L’isolamento geografico
Le glaciazioni hanno condotto alla perdita di numerose specie in tutta Europa. Molte hanno poi fatto ritorno dal sud ma è facile intuire come sia difficile per i pollini tornare a colonizzare un’isola così lontana.
Per esempio studi sui pollini hanno dimostrato che la betulla nana (26) è tornata a colonizzare la Scozia 13.000 anni fa e l’Islanda solo 3000 anni dopo.
•L’azione dell’uomo
Quando i Vichinghi giunsero in Islanda nel 1000 a.C. il 25% dell’isola era coperto da foreste. La successiva deforestazione fu conseguente all’utilizzo del legname per edificare le abitazioni, riscaldarsi, costruire imbarcazioni, utilizzare il terreno a pascolo. Attualmente non più dell’1% del territorio è occupato da bosco.

(Segue nella dispensa

FLORA D'ISLANDA. Resoconto botanico di un viaggio nel profondo Nord, di Miris Marani - gennaio 2010 - con CD)

Pubblicato il